Due Mesi

Posted on Dec 11, 2014 | 0 comments


11 dicembre 2014 – DUE MESI
Dopo i tumulti dei meravigliosi incontri e delle scoperte avvenute nelle ultime settimane, i giorni passati che ci portano a varcare i due mesi dalla partenza del Tour Italia Segreta sono legati alle emozioni che il territorio attraversato ci ha trasmesso. Lasciamo Feltre e lì una parte di noi, con la promessa di passare a riprenderla presto e riabbracciare Nicolò. La meta è Bergamo da raggiungere in cinque giorni per onorare un appuntamento imperdibile (una visita medica), spostandoci lungo le provincie di Vicenza, Verona e Brescia. Molti luoghi hanno attirato la nostra curiosità e attenzione in questo percorso orizzontale primo tra tutti un grande negozio decathlon in cui soggiogati dalle orribili previsioni dell’arrivo dell’inverno più freddo del secolo, abbiamo fatto scorta di berretti di lana, calzini da sci e maglie termiche (e speriamo non servano). Scherzi a parte Marostica, Soave e Illasi sono rimasti nella lista dei luoghi da visitare e fotografare visto che le condizioni di luce e meteo in questo passaggio non erano praticabili. Altrettanto non praticabili sono state le 4 aree sosta fantasma per camper che ci hanno portato in un solo giorno a girovagare senza tregua per il vicentino in una sera buia di tempesta sferzante (che fatica!). Tutt’altra musica è invece suonata all’arrivo a Illasi dove un territorio con ricche coltivazioni di olivi ci ha accolto e attirato riportandoci emotivamente verso l’aria di casa. Negli intervalli bergamaschi abbiamo visitato e ammirato l’altopiano di Clusone e l’omonimo borgo con i suoi affreschi dirompenti tra i pochi esempi italiani di iconografia del “trionfo della morte”. Siamo quindi scesi verso il Lago di Iseo, altro luogo del cuore da riscoprire in questo viaggio, per poi traversare verso Lecco, Como ed il loro lago dove abbiamo riscattato simbolicamente la foto che troneggia sulla fiancata del camper di Italia Segreta (foto nella foto). Siamo rimasti ancora una volta intrappolati nella nostra attrazione verso le terre di confine (in questo caso le acque) nel lago di Lugano dove i panorami si fanno più tradizionali e dove la notte è disturbata da orde di 14enni molesti che sgommano ripetutamente e circolarmente a bordo di una vecchia panda fischiante a pochi centimetri dal nostro letto. Sarà per nostra vocazione o per abbondanza territoriale che i laghi,ancora una volta, hanno fatto da guida per attraversare la Valle Spluga. I colori e le forme entusiasmanti ed immobili ci hanno portato al culmine con la visione del Lago di Montespluga innevato, cibo per l’anima. Scendendo a Chiavenna abbiamo incontrato i giganti e le loro marmitte e abbiamo fatto scaldare le nostre con la quarta prova di cucina estrema in camper: Broccoletti e Salsiccia live! Le porte della Valtellina erano ormai aperte e ci siamo incuneati in questa lunga valle piena di sorprese e contrasti dove abbiamo conosciuto il nostro cicerone Giovanni Busetto che ci ha coperto di nomi, numeri e indirizzi da scoprire e visitare. Lo scoccare dei due mesi di Italia Segreta ci ha trovato con le mani nel sacco delle sorprese della Valtellina. Un grazie speciale a tutti i nostri Ciceroni e a tutti gli amici che abbiamo fin qui incontrato lungo la via. Italia Segreta è questo, un incrocio di strade, di facce,di storie e di esperienze. Grazie a tutti e speriamo che le foto e i racconti vi piacciano. Continuate a seguirci su www.italiasegreta.com e se volete proporvi come ciceroni per la vostra zona scriveteci a ciceroni@italiasegreta.com
#ItaliaSegreta
_________________
ITALIA SEGRETA è un progetto a produzione dal basso, sostieni l’iniziativa prenotando il libro su www.italiasegreta.com/shop